racconti

18 Pinuri19 abonați
Mi guardavi con gli occhi smarriti e un interrogativo stampato sulla fronte pallida e liscia come seta. Non una ruga solcava i tuoi giovani lineamenti. Più ti osservavo e più mi convincevo di aver fatto la scelta giusta quando avevo prenotato solo per noi due, in quel locale chic. La serata era ancora lunga. Gli altri avventori sarebbero ben presto…

Mi guardavi con gli occhi smarriti e un interrogativo stampato sulla fronte pallida e liscia come seta. Non una ruga solcava i tuoi giovani lineamenti. Più ti osservavo e più mi convincevo di aver fatto la scelta giusta quando avevo prenotato solo per noi due, in quel locale chic. La serata era ancora lunga. Gli altri avventori sarebbero ben presto…

Il viaggio di Renato. Amori vicini e lontani. Di Angela Lonardo

Il viaggio di Renato. Amori vicini e lontani. Di Angela Lonardo

Il viaggio di Renato. Amori vicini e lontani. Di Angela Lonardo

Il viaggio di Renato. Amori vicini e lontani. Di Angela Lonardo

Il fiume

Il fiume

Mancava poco alle dieci. Piero si catapultò nel piccolo caffè, travolgendo una donna che ne usciva, indolente, col suo smartphone rosa tra le mani. Il telefonino finì rovinosamente a terra, scivolando fra le grate del tombino che occhieggiava davanti all’ingresso del bar. La ragazza sussultò contrariata, con le lacrime agli occhi. “Come faccio ora? Su quel telefono avevo tutti i…

Mancava poco alle dieci. Piero si catapultò nel piccolo caffè, travolgendo una donna che ne usciva, indolente, col suo smartphone rosa tra le mani. Il telefonino finì rovinosamente a terra, scivolando fra le grate del tombino che occhieggiava davanti all’ingresso del bar. La ragazza sussultò contrariata, con le lacrime agli occhi. “Come faccio ora? Su quel telefono avevo tutti i…

Mi guardavo allo specchio e non mi piacevo. Eppure nelle foto non venivo così male; a rendermi quasi carina doveva essere tutto quel trucco e un po’ di tempo perso. In passato avevo avuto un fidanzato, un ragazzo particolare ed anche io lo ero: due strani ragazzi, a loro volta molto diversi che parlavano lingue simili o perlomeno si capivano.…

Mi guardavo allo specchio e non mi piacevo. Eppure nelle foto non venivo così male; a rendermi quasi carina doveva essere tutto quel trucco e un po’ di tempo perso. In passato avevo avuto un fidanzato, un ragazzo particolare ed anche io lo ero: due strani ragazzi, a loro volta molto diversi che parlavano lingue simili o perlomeno si capivano.…

Le arance di nonna Elide. Autore: Angela Lonardo

Le arance di nonna Elide. Autore: Angela Lonardo

Serafino preposto al coraggio di Pietro Pancamo

Serafino preposto al coraggio di Pietro Pancamo

CREDERE PER VIVERE di Angela Lonardo

CREDERE PER VIVERE di Angela Lonardo


Mai multe idei
Pinterest
Caută